La seconda vita dello Stadio Appiani

Blog

17 Jun | Noi e l’Appiani

La seconda vita dello Stadio Appiani

public://IMG_1717.JPG

I lavori all’Appiani procedono: entro la settimana prossima verranno installati i seggiolini bianchi e rossi che daranno una nuova fisionomia alla parte centrale della tribuna ovest e, una volta terminata la riverniciatura, i lavori previsti nella convenzione firmata tra i fratelli Vecchiato e il Comune di Padova a fine 2013 saranno praticamente terminati.

Interbrau e Sunglass, l’azienda del Presidente dei Biancoscudati Padova Giuseppe Bergamin, sono già al lavoro per dare il via anche alla riqualificazione della sezione sud della tribuna ovest: il nuovo parapetto in vetro, che correrà per tutta la lunghezza della tribuna, è attualmente in lavorazione e il direttore lavori si sta coordinando con il Comune di Padova per l’approvazione del nuovo progetto e dei relativi obblighi per la sicurezza.

A conclusione dei lavori, sulla sommità di tutta la tribuna ovest, verranno posti 18 pannelli celebrativi che saranno espressione diretta dell’affetto e dei ricordi di tutti coloro che amano la celeberrima “fossa dei leoni”. In collaborazione con i Biancoscudati Padova, sono state selezionate 39 foto che ripercorrono la storia del Calcio Padova dagli anni Dieci del secolo scorso fino agli anni Novanta. Una storia che coincide, per molti tratti, con la storia dello Stadio Appiani.

A partire da Giovedì 18 Giugno, di settimana in settimana, verranno pubblicate sulla pagina Facebook ufficiale di Birra Antoniana alcune di queste foto suddivise per periodo. Al momento della pubblicazione, verrà chiesto a tutti i fan della pagina di esprimere la propria preferenza sulle foto mettendo un “mi piace”: le foto che riceveranno più “mi piace” saranno selezionate per i 18 pannelli celebrativi. Il contest durerà fino al 24 luglio e fino a quel giorno si potranno sempre votare le proprie foto preferite, divise per periodo storico in modo che al termine siano rappresentati nel migliore dei modi i 105 anni di storia biancoscudata.

Non solo un modo per rivivere alcuni ricordi che hanno reso grande la “fossa dei leoni”, quindi, ma un piccolo contributo di tutti per partecipare alla restituzione alla città di un tempio dello sport che ha tutte le carte in regola per iniziare una seconda vita.

Entra nel mondo di Birra Antoniana: iscriviti alla nostra newsletter